sabato 24 ottobre 2009

è EGOISMO tutto ciò?????

Sono veramente ancora convinta che tutto sia ok? Credo ancora nelle favole? Intorno a me: una spirale, nera, bianca, nera e bianca..e non ha fine..è così. Me ne rendo conto ogni giorno di più. Ogni secondo che passa. L’unica cosa che mi consola veramente è che cmq ora, nonostante tutto, riesco cmq a sorridere, anche se il mio pensiero fisso durante il giorno è quello: le calorie. Penso a come sistemare e a come fare. A pranzo sono sempre a scuola,e mangio di solito uno yogurt magro da 66 calorie e un frutto e poi basta. La sera mangio di più purtroppo e ogni volt ami dico che sarà meno, ma non ci riesco. Lotto, mi contrasto, cerco di abbattere ogni giorno una parte opposta di me. Perché un giorno prevale la parte buia e un giorno quella solare e bella. E ora? Come risolvere la cosa? Ho valutato molto a fondo questi miei ultimi mesi. Si è vero ho avuto un periodo strafelice delle mia vita, in cui dentro di me mi ero convinta di aver scacciato il tutto, ma è realmente vero? No! Mi sono data questa risposta. Si perché anche se io ero felice, anche se mangiavo qualsiasi cosa, anche se apparentemente non mi fregavo delle schifose calorie che ingurgitavo, in realtà io la sera, quando andavo a dormire pensavo sempre beh dai domani posso mangiare meno, domani devo eliminare questo e quest’altro. Mi guardavo allo specchio e cercavo di capire se realmente ero ingrassata o meno. Ho, forse, semplicemente avuto la fortuna di avere a fianco a me delle persone stupende pure e buone che per un mese e mezzo mi hanno portata via nel loro mondo, mi hanno tenuta occupata, mi hanno fatto scoprire dei piaceri della vita! Ma poi tornata qui, nella mia grigia e cupa città, subito pensavo di farcela..ma tutto si è rivelato inutile. E ora avrei una voglia matta di tornare nella mia piccola isola felice! Ma il tempo e gli impegni non me lo permettono. Sono a correr a destra e a sinistra ogni giorno. E questo mi fa impazzire.

Dite voi, dovrebbe tenerti occupata e invece? Invece quei momenti passati in treno, quelli in cui mi distraggo a scuola, quegli altri in cui passo davanti a una vetrina..penso solo a me! E qui apro una questione..

È egoismo tutto ciò? È essere crudeli verso gli altri? È voler preoccuparsi solo di se stesse? È voler essere al centro dell’attenzione? Ho avuto da discutere con una persona, perché stavamo parlando in generale di questo problema, e se ne è venuta fuori dicendo che queste ragazze ( si parlava in terza persona) sono solo delle egoiste egocentriche. Io mi sono sentita attaccata troppo. Anche perché se devo essere sincera..io in questi momenti sono tutto tranne che egocentrica: io sono i momenti in cui vorrei sparire, in cui vorrei che nessuno mi vedesse, perché mi sento a disagio, inadatta, brutta..non lo so. Però forse da un lato è vero perché alla fine lottiamo, ci affamiamo, ci svestiamo della nostra personalità, piangiamo, e quant’altro solo per sentirci più belle, e sentirci più belle solo per essere osservate di più. Mamma ho una confusione in testa che non avete idea, non capisco più, non mi capisco più. Mi sento fragile, fragilissima. Sul filo di un equilibrista.

5 commenti:

Michiamomari, e ha detto...

ciao Blondie! mi ha colpito molto tutto quello che hai scritto. Io penso che TUTTI, quando stanno male, sono CHIUSI lì dentro.. e dunque egoisti.. Si, esistono anche le rare eccezioni (che ne so.. dei santi??) ma nn c'è niente da fare. .. in generale diventi egoista perché il malessere ti trascina come un gorgo verso un pensiero al cui centro, appunto, c'è lui: il MALESSERE.. e in genere si finisce anche per scambiare questo "malessere" per se stessi... Ci si sente deboli, e si finisce per sopravvalutare gli altri... ma -anche qdo vediamo il loro dolore - per gli "altri" non c'è più spazio. Punto.
Eppure non è vero che in questo c'è cattiveria,. o "stronzaggine"... semplicemente nn si riesce a fare altrimenti, nn credi?
Tu ti poni tante domande che testimoniano della bella testa e del bel cuore che devi avere; la mia idea è che più ce ne si fa, di queste domande, senza far cadere l'attenzione, e prima si scopre che quell' "egoismo" non aiuta il nostro io, ma lo isola e lo svuota, mentre è proprio aprirsi agli altri che ci può aiutare. Anche capire questo, e agire di conseguenza, è "egoismo", ma un egoismo sano e che nn esclude nessuno, anzi include il mondo perché lo riconosce come parte di noi e delle cose che dobbiamo proteggere per essere felici.
Riguardo ai tuoi post precedenti.. vorrei dirti che capisco le tue scivolate, il sentirti di nuovo sola e su un terreno insicuro... ma l'importante è avere scoperto che tutte le cose che ti sono venute in soccorso quest'estate ESISTONO, perciò potrai sempre ritrovarle e ricostruirle; anche nella noiosa dimensione quotidiana.

Michiamomari, e ha detto...

...uèè!!! torno indietro perché mi sono acciorta ora che avevi comentato ul mio blog, tutti e due gli ultimi post.. e che dire? confermano l'impressione che tu abbia bellissime capacità di pensare. Voglio dirti però... su questa tua frase "nonostante aver provato quasi un senso di schifo guardando anche quelle foto, io sto ancora pensando che però dovrei dimagrire..e mi faccio ancora più schifo!!" che nn devi affatto farti schifo... anzi!
CAPIRE le cose nn vuol certo dire disinnescare sull'istante meccanismi che abbiamo dentro da tanto.. però significa senz'altro cominciare a scardinare un po' i cancelli delle gabbie. Pian piano poi si apriranno, è fatale! e allora.. liberi tutti!
Non ti stancare... stay in love!! besos.

LoveToBeBones ha detto...

Ma sai qual'è il punto?
Noi vogliamo sparire per farci notare.
Paradossale. Molto strano tra l'altro. Il nostro attaccamento alla nostra persona, al mondo che ci costruiamo attorno toglie lo spazio agli altri. Non potrai mai avere spazio per un ragazzo se ti stai uccidendo. Come non ce ne sarà per un'amica. Perchè loro se ti vorranno bene ti convinceranno che stai sbagliando e tu farai semplicemente quello che ti sentirai di fare. O continuerai la tua lotta e farai zittire loro, o zittirai "ana" come la si chiama spesso..
La nostra in realtà è FAME di attenzioni, che quando ci vengono date noi rifiutiamo per paura di perdere il nostro mondo che ci siamo crete attorno...
Eppure ci crediamo piene di forza di volontà, ci crediamo forti, pronte a tutto per noi stesse, quando non facciamo altro che ucciderci...

Hypnotic ha detto...

E' bellissimo il tuo blog, ti capisco benissimo.
Sono una tua sostenitrice!
Se vuoi passa anche da me, stay strong.

CONTRA ha detto...

sono tra i tuoi sostenitori;)